NASA: Primi segnali “Umani” dal Gemello della Terra


NASA: Primi segnali “Umani” dal Gemello della Terra
Dopo l’eccezionale annuncio della Nasa di aver scoperto il “Fratello Gemello” della terra, in tanti ci siamo stupiti, altri lo avevano previsto, ma soprattutto in molti ci siamo chiesti se fosse possibile la vita su quel pianeta.

Ecco la Notizia della NASA:

L’Active Seti (Active Search for Extra-Terrestrial Intelligence) si è messa subito al lavoro per inviare e ricevere dei segnali che possano metterli in contatto con il pianeta che ruota attorno alla stella Kepler452, e questa mattina l’Active Seti ha avuto la svolta nelle sue ricerche.

Infatti, Charles Bolden, amministratore della NASA, ha oggi rilasciato al mondo una dichiarazione incredibile. Secondo l’ultima conferenza esso ha infatti affermato:

“Eravamo già in conoscenza di quel sistema solare, e del fatto che fosse molto simile al nostro, già per noi è stata una sorpresa  trovare un pianeta simile a quello della terra, ma adesso l’Active Seti ha fatto una scoperta sensazionale. Questa mattina verso le ore dieci, normale giornata di lavoro all’Active Seti, mentre si cercava di captare segnali dal Pianeta Gemello, sono riusciti finalmente a registrare qualcosa.
Ciò che hanno registrato è la prova che su quel pianeta c’è della vita, organismi dotati di intelligenza e parola. Secondo gli esperti, nella registrazione effettuata, ciò che è stato captato non è un segnale inviato dal pianeta stesso a noi, ma un segnale intraplanetario, in poche parole è come se avessero intercettato una discussione “telefonica” tra due esseri di quello stesso pianeta.

Gli Scienziati sono venuti a conoscenza che seppur gli abitanti di quel pianeta, sono stati in grado, involontariamente, di farci avere un loro segnale, non hanno le attrezzature per inviarci segnali, e probabilmente non sanno neanche che noi li abbiamo scoperti, in quando le loro civiltà sono ancora molto arretrate rispetto alle nostre.

La notizia è sorprendente, perchè per anni abbiamo speso forze nella ricerca di esseri extraterrestri nel nostro pianeta, cercando di far fronte ad eventuali loro tecnologie avanzate, in questo caso, siamo noi gli Alieni per loro.

Fonte: Il Giornale